Battaglie & Lamenti1600-1660
Musiche di Monteverdi, Peri, Fontei, Strozzi, Montserrat Figueras
Hespèrion XXI
Jordi Savall, dir.
ALIA VOX
AV 9815
1 CD
76'12

***

Nella tradizione delle proposte discografiche di Jordi Savall, anche questo Battaglie & Lamenti si pone come miscellanea di brani scelti in un arco temporale, e in questo caso anche geografico, ben delimitato. Siamo nella prima metà del Seicento, in ambito italiano, se si eccettuano i due brani d'apertura composti da Samuel Scheidt (1587-1654) e il criterio conduttore delle scelte di questa antologia risponde all'intento di dare testimonianza di due generi che all'epoca erano molto in voga, le battaglie, appunto, ed i lamenti. Le note di copertina, non molto esaustive, rivendicano una presunta parentela tra queste due espressioni musicali, apparentemente molto distanti tra di loro, che deriverebbe dall'attualità che spesso veniva narrata proprio attraverso queste forme. Le scelte operate mostrano invece, almeno a nostro parere, più un legame con le mode del tempo che una restituzione di eventi coevi attraverso il mezzo musicale. Il solo Lamento su 'l Rodano vero, di Barbara Strozzi, si lega ad un fatto realmente verificatosi al tempo, in quanto narra le vicende di Henri Cinq-Mars, favorito del re di Francia Luigi XIII successivamente caduto in disgrazia e in giustiziato a Lione nel 1642. Gli altri lamenti presenti nel CD fanno riferimento a personaggi mitologici, dei quali sfugge il raccordo con fatti riferiti all'attualità. Viene così a cadere uno dei presupposti "storiografici" dell'antologia, peraltro piuttosto carente anche a livello di documentazione: mancano gli autori dei testi , molto articolati e di non poco interesse letterario, e, nella datazione dei brani musicali, viene riportato erroneamente l'anno di pubblicazione della Canzon III a 6 di Giovanni Gabrieli, qui collocata nel 1621 anziché nel 1615. Se si può considerare non del tutto riuscito l'approccio antologico, le scelte dal punto di vista musicale sono invece generalmente molto interessanti. Nell'ambito dei Lamenti, oltre al famoso Lamento di Arianna di Claudio Monteverdi, capostipite del genere, abbiamo altri esempi tra i quali il già citato Lamento su 'l Rodano severo di Barbara Strozzi, incisivo dal punto di vista drammatico e originale dal lato compositivo, e un curioso Pianto d'Erinna di Nicolò Fontei (ca. 1600-ca.1647) in cui, su un accompagnamento alquanto convenzionale affidato al clavicembalo e alla viola da gamba, si snoda una linea melodica anomala, per nulla canonica, con sfumature "espressionistiche" di grande forza. Montserrat Figueras è responsabile dell'interpretazione vocale. Il suo timbro, naturalmente dolente ed evocativo di interiorità scavate e mai risolte, ben si addice al genere. Come sempre elegante senza mai cadere nel distacco e nella lontananza, qui è purtroppo un po' carente nella pronuncia, tratto fondamentale per una resa efficace del recitar cantando. I brani strumentali sono risolti con la profondità del lavoro di ricerca tipico dell'Hespèrion XXI. La pubblicazione di questo CD permette tra l'altro un piccolo lavoro di raffronto tra due brani, la Canzon III a 6 di Giovanni Gabrieli e la Canzon sopra la Battaglia a 4 di Giovanni Guami , già pubblicati dall'Hesperion XX nel 1979 in un vecchio LP EMI, mai ristampato in CD. E' interessante notare l'evoluzione interpretativa di questo gruppo, anche prescindendo dalle possibilità di riproduzione del suono offerte dalla tecnica del compact, per altro sfruttate al meglio dai tecnici della Alia Vox: nel 1979 la resa dei brani, sempre perfetta dal punto di vista della tecnica esecutiva, suonava molto pulita nell'ambito di un suono leggero, quasi senza corpo, come se gli interpreti si accontentassero della intrinseca bellezza dell'opera. A distanza di più di vent'anni il suono si è fatto corposo, forte, con una accentuazione dell'armonia che spicca nettamente a sostegno della struttura compositiva. Il ritmo è messo in forte rilievo, in un contesto di asciuttezza e assenza di compiacimento che ci pare in linea con quella che sembra essere una tendenza comune agli interpreti musicali più accorti di questo inizio di secolo.

Daniela Goldoni

0

Associazione culturale Orfeo nella rete
http://www.orfeonellarete.it/
info@orfeonellarete.it
Designed by www.soluzioniweb-bologna.it