ZELENKA
Responsoria pro Hebdomada Sancta
Capella Montana
Ludwig Gossner, dir.
MDG
60509642
1 CD
47'30; 78'04

***

La pubblicazione di questa serie, finora inedita, dei Responsori per la Settimana Santa di Jan Dismas Zelenka (1679-1745) si aggiunge, con notevole contributo, ad altri cicli di responsori usciti su CD negli ultimi anni. Oltre alle numerose edizioni delle tre giornate di Gesualdo da Venosa, si sono aggiunti alla discografia relativa a questa particolarissima liturgia anche i Responsori musicati da altri autori (Luìs de Victoria e Orlando di Lasso, tra tutti) rendendo quanto mai interessante l’analisi delle modalità con cui alcuni compositori importanti si sono avvicinati a questo monumentale testo biblico.

La fortuna dei Responsori, al suo apice nel tardo Cinquecento, stava già scemando quando Zelenka, nel 1723, decise di musicarli per la corte di Dresda. Tuttavia il manoscritto, affidato a Georg Pisendel nel 1749, non venne mai pubblicato e addirittura fu fatto sparire per una forma di ostracismo operata dall’orchestra di Dresda nei confronti del compositore, per poi ricomparire solo nella seconda metà del secolo scorso. La scrittura musicale di Zelenka risente molto dello stile contrappuntistico dei mottetti in "stile antico" e, ancor di più, delle dirette frequentazioni veneziane dell’autore, ulteriormente mediate dalla figura di Giovan Battista Lotti, presente a Dresda negli stessi anni. Non è difficile inoltre individuare, nel trattamento contrappuntistico e nel rapporto tra coro e strumenti, ascendenze dalle Sacrae symphoniae di Giovanni Gabrieli. Opera di indubbia qualità musicale, che testimonia una volta di più della perizia compositiva raggiunta da Zelenka, suona però in qualche modo estranea al suo tempo, quasi una esercitazione tardiva, un inattuale omaggio ai "classici auctores", benché stilisticamente ineccepibile. La struttura formale rimane pressoché identica per tutti i numeri, e anche l’aderenza drammatica ai contenuti del testo è alquanto labile. La linea musicale fluisce composta, senza sussulti e mutamenti di colore espressivo benché alcuni brani siano di potente contenuto tragico.

L’interpretazione della Capella Montana, diretta da Ludwig Gossner, ci pare di altissimo livello dal punto di vista musicale e vocale. Il coro rasenta la perfezione nell’insieme e nello stile, mentre gli strumentisti, impegnati pressoché continuamente, seguono con equilibrio e tecnica raffinata la linea delle voci. La registrazione, assai curata, cerca di riprodurre il più fedelmente possibile l’acustica naturale, rinunciando a tutti gli artifici tecnologici che generalmente arricchiscono le registrazioni tecnicamente più tradizionali. L’effetto è magnifico, dato che l’intento di ottenere la massima naturalezza è pienamente raggiunto. Dal punto di vista espressivo l’esecuzione è invece un po’ più carente, con poca attenzione alle valenze espressive del testo che scorre senza particolari scosse, pur descrivendo momenti di altissima tensione emotiva, ma probabilmente, come si è detto, si tratta di un difetto di origine nella scrittura di Zelenka.

Complessivamente questo doppio CD assume un interessante valore di documento, ponendosi al di sopra di estemporanee e disorganiche pubblicazioni di rarità fini a se stesse, e ci permette di apprezzare l’indubbio valore di un gruppo vocale e strumentale come la Capella Montana che si aggiunge ad altri, sempre più convincenti e numerosi, che negli ultimi anni arricchiscono il percorso interpretativo del repertorio rinascimentale e barocco.

Daniela Goldoni

0

Associazione culturale Orfeo nella rete
http://www.orfeonellarete.it/
info@orfeonellarete.it
Designed by www.soluzioniweb-bologna.it