COUPERIN, François
Musiques de Ténèbres
Leçons de Ténèbres
Salomé Haller, dessus
Coro Capella Regis
Dolores Costoyas, tiorba
Guido balestracci, basso di viola
Martin Gester, direzione e organo
ASSAI
222412
1 CD
58'30

***½

Capolavoro indiscusso della produzione musicale sacra le Leçons de Ténèbres di Couperin condividono con poche altre pagine del barocco francese un fascino capace di raggiungere anche l’ascoltatore meno "specializzato". E’ forse questo il motivo che spiega la loro nutrita discografia: vi si sono misurati anche di recente nomi come Christie o Rousset, per non dimenticare le ormai storiche registrazioni di Deller e Hogwood o le versioni di Jacobs e King. Ora anche Martin Gester, noto per le sue interessanti realizzazioni con l’ensemble Le Parlement de Musique, ha voluto dire la sua raccogliendo alcuni giovani e promettenti interpreti sotto l’egida della piccola etichetta francese Assai.

Anche Gester, come Christie e Rousset, opta per l’impiego di due soprani (o dessus alla francese) e per la sinuosa pronuncia gallicana dei testi latini. Caratterizza invece questa registrazione l’inserimento delle tre Leçons in un appropriato contesto liturgico-musicale: non una precisa ricostruzione del lungo Ufficio delle Tenebre (con i soliti rischi di eccessivo documentarismo), bensì la scelta di alcuni brani di canto piano tratti da antifonali coevi conclusi dall’austero Miserere di de Lalande.

La lettura di Gester si connota per grande sobrietà e tensione drammatica, tempi generalmente rapidi, recitativi scolpiti con perfetta aderenza ai testi, forse un pò sfuggente e asciutta negli ampi melismi intonati sulle lettere ebraiche delle Lamentazioni.

Il soprano Kirsten Blase si segnala per un timbro di particolare purezza, ma è senz’altro la voce della Haller ad offrire le più intense emozioni di questo cd: si tratta di un’interprete in rapida e brillante ascesa, perfettamente a suo agio con la scrittura vocale di Couperin di cui sa rendere con naturalezza contrasti e sfumature. Ottima anche la prova del nostro Guido Balestracci al basso di viola e del piccolo ensemble Capella Regis nelle parti corali.

Segnaliamo un accurato libretto che oltre a ricostruire la storia del canto liturgico delle Lamentazioni, fa una precisa ed esauriente trattazione del loro significato teologico nel contesto dei riti della Settimana Santa.

La presa del suono, ravvicinata e povera di riverbero, orienta ad un ascolto raccolto e analitico.

Daniele Fracassi

0

Associazione culturale Orfeo nella rete
http://www.orfeonellarete.it/
info@orfeonellarete.it
Designed by www.soluzioniweb-bologna.it