FERRABOSCO Alfonso
The Younger
Consort Music to the viols in 4, 5 & 6 Parts
Hesperion XXI
Jordi Savall
ALIA VOX
AV 9832
1 CD

****

Poco o nulla si conosce di questo compositore che visse e lavorò alla corte inglese tra il XVI e il XVII secolo. Alfonso Ferrabosco the younger (circa 1575-1628) apparteneva ad una famiglia di musicisti italiani, di origine bolognese. Nacque in Inghilterra dove il padre, Alfonso senior, al servizio della regina Elisabetta I, ricoprì incarichi non esclusivamente musicali, svolse infatti quasi certamente anche mansioni di agente segreto che lo portarono spesso lontano dall’Inghilterra. Quando il padre abbandonò burrascosamente e misteriosamente il suolo inglese non gli fu consentito di portare il figlio con sé. Quest’ultimo fu trattenuto dalla corona ed affidato ad una famiglia di musicisti di corte. Alfonso the younger seguì le orme del padre, divenne musicista e fu ammesso al servizio di Elisabetta I e del suo successore James I, entrando a far parte dei King’s Musicians for the viols, incarico che mantenne per tutta la vita.

Le Consort music to the viols in 4,5 & 6 parts, che Savall e l’ Hesperion XXI eseguono in questo CD, testimoniano la ricchezza di invenzioni e di temi di queste pagine di Alfonso Ferrabosco the younger. Il quale, proseguendo sulla scia delle innovazioni che dall’Italia il padre aveva portato nell’ambito musicale dell’Inghilterra elisabettiana, diede un ulteriore nuovo impulso alla musica cameristica, in particolare per consort of viols, genere questo, rimasto pressoché incontaminato dalle mode continentali, trasformandola profondamente nella ricchezza della gamma, nei temi, nei ritmi, nel ricercare, creando una formula che resse nel tempo, con successo, fino agli anni di Henry Purcell (1659-1695).

Queste musiche combinano temi facilmente orecchiabili, che invitano alla danza e al canto quali l’Almaine (traccia 2), ad altri dalla complessa struttura, che assumono i caratteri e gli stilemi del ricercare, composizione musicale quest’ultima assimilabile ad antenata della fuga. Colpiscono in particolare le splendide Fantasia [n.2] a 6 (traccia 14) e Fantasia [n.6] a 6 (traccia 20), la malinconica Four-Note Pavan a 5 (traccia 13), la misteriosa In Nomine a 6 (traccia 19). Un genere musicale, quest’ultimo, di origine oscura, specificatamente inglese e totalmente sconosciuto nel continente, al punto che nessuno straniero osò mai porvi mano, ad eccezione dei Ferrabosco padre e figlio.

Di Jordi Savall e dei suoi eccellenti compagni di questa nuova esplorazione alla (ri)scoperta della musica elisabettiana per consort di viole (ricordiamo le precedenti incisioni: Elizabethan Consort Music 1558-1603 ALIAVOX AV9804 e Anthony Holborne - The Tears of the Muses 1599 ALIAVOX AV9813) non resta che tessere, con piacere, le "solite" lodi.

Il Consort composto da Jordi Savall, Sophie Watillon, Sergi Casademunt, Imke David, Philippe Pierlot, Lorenz Duftschmid, cui si associa Xavier Diaz-Latorre al liuto e tiorba, ha un suono caldo e pastoso, ricco di armonici, avvolgente, pulito e deciso. La loro interpretazione è scevra da qualunque forma di autocompiacimento, interpreti e strumenti sono un tramite che permettono al suono, il vero protagonista di questa incisione, ed alla musica di espandersi in tutta la loro bellezza ed il loro fascino. Va detto che non tutti i brani sono all’altezza di quelli segnalati, ma la costruzione delle sequenze, la dinamica, l’alternanza di musica, pause e silenzi, come fosse un respiro degli strumenti, crea suggestioni sicuramente seducenti.

Silvano Santandrea

Associazione culturale Orfeo nella rete
http://www.orfeonellarete.it/
info@orfeonellarete.it
Designed by www.soluzioniweb-bologna.it