Paradizo.
Consort Music & Airs for the Flute
Julien Martin, flauto
Capriccio Stravagante
Skip Sempé
PARADIZO
PA 0001
1 CD
76' 00

****

Si può dire ormai che ogni giorno nasca una nuova casa discografica, a testimoniare che lo scollamento tra quel che resta delle majors da una parte, e il pubblico e gli interpreti dall’altra appare ormai incolmabile. La frantumazione dell’offerta però, nel caso della musica "colta", sfocia in una ricchezza di proposte un tempo inimmaginabile. La libertà di creare sempre nuove etichette, favorita dai progressi della tecnologia e dall’abbattimento dei costi di produzione, permette ad artisti giovani ed originali di emergere anche al di fuori dei cast lenti a rinnovarsi delle grandi case discografiche. Skip Sempé in realtà non è proprio una new entry, già da tempo infatti propone la sua visione della musica rinascimentale e barocca collaborando con Astrée, Deutsche Harmonia Mundi ed Alpha, case con le quali ha assemblato una ricca discografia. E’ uno dei più maturi e originali interpreti di questo repertorio, sul quale ha da tempo aperto prospettive nuove, grazie alla sua indubbia chiarezza di lettura unita ad una forza e vitalità che rendono le sue interpretazioni sempre degne di nota. A questo si aggiunge una particolare qualità del suono dei suoi ensemble, sempre corposo, ricco di armonici, scuro, inquieto, pieno di energia. Suono che troviamo anche nel primo compact della sua nuova casa discografica Paradizo, dedicato alla musica per consort. E’ una raccolta di numerosi brani scelti tra la grande letteratura per consort: Antony Holborne, John Dowland e Samuel Scheidt sono gli autori più rappresentati, cui si aggiungono anche brani di Jacob van Eyck, Alfonso Ferrabosco, Henry Purcell ed altri. Si tratta in definitiva di una piccola, ma esauriente antologia del genere, che presenta la particolarità dell’uso del flauto, affidato al bravissimo Julien Martin. L’inserimento del flauto nel classico organico del consort di viole aggiunge cordialità, espressività e un respiro più caldo, togliendo parte di quel distacco ed astrazione che caratterizza questo tipo di composizioni.

Le prossime uscite della Paradizo si annunciano anche molto interessanti, con Telemann per flauto, Scarlatti e Rameau per clavicembalo. Le attendiamo con curiosità, stando come sempre dalla parte dei "piccoli" di qualità.

Daniela Goldoni

Associazione culturale Orfeo nella rete
http://www.orfeonellarete.it/
info@orfeonellarete.it
Designed by www.soluzioniweb-bologna.it