ROSSINI
Il barbiere di Siviglia

Il Conte: R. GimÚnez
Bartolo: M. Peirone
Rosina: D. Barcellona
Figaro: F. Previati
Basilio: L. Leoni
Fiorello: L. Muzzi
Ambrogio: G. Durano
Berta: A. Laura Longo
Evelino Pid˛, dir.
Regia: H. De Ana

Roma, Teatro dell'Opera

English language

L’opera pi¨ conosciuta di Rossini ha ottenuto una animatarivisitazione come seconda produzione della stagione 1999 dell’Opera di Roma.Illuminate intelligentemente da Vinicio Cheli, le scene bianche, di aspetto antico, conmuri ricurvi apparivano come un sottile rimando alle Terme di Diocleziano che un tempooccupavano l’area sulla quale sorge il teatro ai giorni nostri. Alcuni pilastri dimattoni bianchi circondavano la parte della scena in cui si svolgeva l’azione perdare una dimensione pi¨ intima a questa brillante commedia. Il balcone di Rosina apparivain parte come un bovindo, in parte come una gabbia da uccelli; una grande tenda bianca sulfondo veniva drappeggiata in modo diverso a seconda della scena. I protagonisti sfoggiavano i tradizionali costumi in epoca primo Ottocento.

La vivace messa in scena del 1997 di De Ana, qui ripresa da FabioSparvoli, prevede un notevole coinvolgimento del coro, cui vanno aggiunti dei danzatori.Per tutto il finale del primo atto c’era un cosý gran daffare in scena che alla finela parte musicale, pur sotto l’abile direzione di Evelino Pid˛, appariva quasiincompiuta. La scena del temporale costituiva un altro momento che De Ana riteneva didover riempire di azioni frenetiche.

Il punto di forza della serata consisteva nell’affascinanteinterpretazione che Daniela Barcellona ha dato di Rosina. Dotata di una notevole presenzascenica e di un bellissimo legato, riusciva a rendere memorabili le sue apparizioni senzaricorrere ad alcuna esagerazione. Poteva anche contare su una voce di volume generoso e suuna tecnica affidabile, da cui ha tratto vantaggio nella scena della lezione producendosiin una versione completa di Contro un cor. Raul GimÚnez ha avuto modo didimostrare la sua dimestichezza con il ruolo di Almaviva nel corso degli anni; la suasolare voce di tenore ha fatto del perseverante Conte un garbato corteggiatore.Sfortunatamente, a questo punto della carriera Ŕ costretto a sorvolare su alcune noteacute del ruolo. Nonostante Figaro sia generalmente rappresentato come un complice, pi¨vecchio e pi¨ astuto, prezzolato dal Conte per portare a buon fine i suoi piani, ilgiovane Fabio Previati offriva un’impressione positiva che dovrebbe migliorare mano amano che prenderÓ consuetudine con il ruolo. In questa produzione il Dottor Bartolo Ŕuno zelante collezionista di farfalle; Ŕ notevole la sua replica all’offerta dinuova musica da parte di Don Alonzo. Luciano Leoni era un efficace Don Basilio.Nel ruolodi Berta, Anna Laura Longo dava una interpretazione ardimentosa della sua aria.

Dal punto di vista storico, sembra che quest’opera fosse destinataad un tipo di tenore agile, ma considerevolmente pi¨ robusto di quelli che siamo abituatiad ascoltare. La prima versione, intitolata Almaviva o L’inutile precauzione, vedevail tenore come protagonista assoluto anche perchÚ Rossini sarebbe stato ansioso diprendere le distanze dal predecessore Paisiello non solo tramite un titolo diverso, maanche differenziando i tipi di cantanti. Tutto ci˛ non va per˛ confuso conl’emissione di note acute di petto, un tipo di performance vocale che sicolloca storicamente dopo il ritiro dall’attivitÓ di compositore di opere diRossini.

Rossini's most familiar opera received a rousing revival as the secondproduction of the 1999 Rome Opera season. Brightly lit by Vinicio Cheli, the Hugo De Ana'santique white sets with curved walls seemed to be a subtl reminder of the Roman baths ofDiocletian that once occupied the area wherethe theatre now stands. Wide brick pilastersnarrowed the playing area to give a more intimate dimension for this sparkling comedy.Rosina's balcony was part oriel, part birdcage; a large white curtain is draped at theback ina different way for each scene. The principals sported the customaryearly-nineteenth century costumes.

De Ana's 1997 lively production restaged by Favio Sparvoli featuresconsiderable involvement by the chorus augmented by dancers. At the first act finale,there was so much stage business that the musical end under Evelino Pid˛'s capabledirection became undone. The storm music was another moment that De Ana filled withfrenetic action.

The bright point of the evening was Daniella Barcellona's engaging Rosina.4Gifted with an outstanding stage presence and a beautiful legato, she made her scenesmemorable without resorting to exaggeration. She can also count on a voice of generoussize and a dependable technique, which she used to advantage in the lesson scene with avery complete version of "Contro un cor". Raul GimÚnez has demonstrated hisaffinity for the role of Almaviva over the years; his sunny tenor made the persistentCount a graceful suitor. Unfortunately at this point he has to pass over some of therole's high notes. Although Figaro is usually played as an older but craftier paidaccomplice to the Count's scheme, young Fabio Previati registered a positive impressionthat should improve as he grows into the role. In this production Doctor Bartolo is anavid butterfly collector; Matteo Peirone offered a touching riposte to Don Alonzo's newmusic. Luciano Leoni was an effective Don Basilio. As the seconda donna Berta, Anna LauraLongo was spunky in her Act II aria.

On a historical note, this opera seems to have been intended for an agilebut considerably more robust tenor than we are used to hearing. The first version entitled"Almaviva o L'inutile precauzione" had the tenor as absolute protagonist andRossini would have been eager to distance himself from predecessor Paisiello not only by adifferent title but also divergent types of singers. This should not be confused with highnotes sung from the chest, a type of vocal production that postdated Rossini's withdrawalfrom opera composition.

David Lipfert

Associazione culturale Orfeo nella rete
http://www.orfeonellarete.it/
info@orfeonellarete.it
Designed by www.soluzioniweb-bologna.it